5 gennaio 2008

Le verità su Italiarredo - ACU ha deciso di muoversi in via legale nei confronti dell'azienda

italiarredoCari amici,

nel post su Italiarredo del 2 novembre ha raggiunto il nr di 34 38 44 commenti.

Tutti (tranne qualcuno) sono commenti di denuncia di situazioni impossibili, clienti stremati dall'assenza di risposte certe e tempi di attesa per la consegna dei mobili (spesso rotti o incompleti) infiniti.
Per questo motivo il Presidente di ACU, Gianni Cavinato, ha mobilitato lo staff legale dell'Associazione con il compito di scrivere formalmente una lettera tecnico-giuridica ad Italiarredo scoraggiandola nel continuare questi comportamenti dannosi per i consumatori. Nel caso di perseveranza si passerà a vie legali più decise.

L'obiettivo è quello di scuotere dal torpore e dall'indifferenza la dirigenza di Italiarredo, e risolvere tutte le questioni che ci sono state presentate, oltre a quelle di cui non siamo a conoscenza.

Vi ricordiamo che la soddisfazione del cliente dovrebbe essere la prima preoccupazione dell'azienda, e non l'ultima dei suoi problemi

A suffragio di ciò che ci viene segnalato da voi, portiamo la testimonianza di un ex dipendente di Italiarredo (che ha desiderato rimanere anonimo), il quale ha lasciato un commento sul blog spiegando alcune cose:

Italiarredo

Ciao, io ho lavorato sia nella sede di Vimercate che in quella di San Donato. La questione reale non è tanto se i mobili arrivano o meno.

La truffa voluta ti posso assicurare che non c'è, il vero problema è che ci sono persone a capo che non conoscono neanche come è fatto un mobile, molti di loro sono dei grandissimi arroganti e menefreghisti; sai quante volte noi venditori cercavamo di risolvere i problemi dei clienti quando venivano a segnalarci un problema in punto vendita?
Ma ti giuro che trovavi persone (i fantomatici responsabili) che facevano solo i maestrini saccenti ma prendevano il problema sottogamba.

Noi poveracci dovevamo subirci le ire dei clienti (a giusta ragione) e in più quando andavi a destra e sinistra per cercare di trovare una soluzione sai cosa ti sentivi dire?:

"eh, ragazzi ma voi il problema non dovete venire solo a dirlo qui a noi, ma dovete risolverlo! Dite ai clienti che siete voi i responsabili e che gli risolvete il problema!"

...una CAZZATA!!! Poichè il cliente, dopo che aveva telefonato miliardi di volte o era già venuto in precedenza a segnalare il problema al negozio, logicamente voleva parlare con un responsabile!!!

Noi oltre che fare la segnalazione non potevamo far altro. La vera piaga sono: l'ufficio consegne, i montatori e l'ufficio assistenza.
Ripeto che noi venditori e le cassiere (ovviamente tolte alcune eccezioni) non abbiamo nessuna colpa! A me dispiace tanto x la situazione che alcuni creano, primo per i clienti e secondo per alcuni dei miei ex colleghi che lì ci lavorano ancora e si impegnano davvero.

Sai quante situazioni di clienti disperati che avevano bisogno dei mobili per andarci a vivere o perchè pagavano già un affitto potrei raccontare?

Morale della favola è che IL PESCE PUZZA DALLA TESTA"


Inoltre un blogger ci ha segnalato con un commento come vedere Italiarredo a "Mi Manda Raitre".

Clicca qui per vederlo (devi usare Internet Explorer).

Vi terremo aggiornati! Seguite il blog! ;O)

Technorati Tag: ,

11 commenti:

GFC ha detto...

EVITATE DI COMPRARE A ITALIARREDO - GUADAGNATE IN SALUTE!!!!!
1° perchè non comprate a Italiarredo
2° Voi fate una proposta di acquisto a "La fenice Milano Srl"
3° La responsabilità dell'inadempienza è Vostra (sic)

Ho ordinato a meta Settembre 2007 dei mobili (tavolo +sedie +tav bacheca) l'ordine indicava disponibili nel negozio di San Donato Milanese. Consegna prevista dal 14 al 20 Ottobre 2007.
Dopo aver perso più di un'ora in attesa di parlare all'assistenza 0766377601 (call center) e non aver avuto nessun informazione al riguardo sono tornato personalmente a San Donato per parlare con qualche responasabile. NON SONO PRESENTI PER PAARLARE CON I CLIENTI ED I RECLAMI SI DEVONO FARE SOLO PER FAX. E MI E' STATO DETTO CHE SAREBBERO STATI CONSEGNATI ENTRO IL 23 DICEMBRE 2007. OGGI 11 Gennaio 2008 so solo che non sono ancora disponibili e non si sa quando potranno consegnarli.
Ho contrattato un legale per farmi restituire la caparra che hanno incamerato in Settembre 2007.
GFC

demoklatura ha detto...

Qualcuno mi ripeiloga la vicenda della signora Cassola di Milano? Il conduttore Vianello non le ha dato molto spazio ma mi pare che nella sua esperienza di acquirente ci sia qualche punto di contatto con la mia.

Simona ha detto...

Buongiorno,
ho letto con attenzione tutti i commenti fatti al presente e al precedente post e sono demoralizzata. Ho passato diversi weekend degli ultimi mesi del 2007 da Italiarredo nel punto vendita di San Donato Milanese, non perché mi piaccia l'idea del weekend al centro commerciale ma per i continui aggiustamenti al progetto, di una cucina che, sventuratamente avevo ordinato da loro. Che le cose non fossero patinate come avevo pensato, vedendo la cura con cui il negozio era tenuto, ho iniziato a intuirlo quando ho assitito a scene di clienti infuriati (letteralmente) per i ritardi nelle consegne. Altro dubbio mi è venuto quanto, a seguito dell'uscita del geometra per i rilievi, mi volevano far firmare un'ambigua frase che diceva che io confermavo le misure della cucina. E' stata una lotta far scrivere che io cofermavo che il geometra era uscito e aveva preso le misure e che io firmavo solo quello. Temevo che per un disguido scaricassero su di me la responsabilità.E' andato tutto bene: misure giuste e la cucina è arrivata come da me richiesto il 27 febbrario:in anticipo di due ore!Ma...ah ecco, si erano dimenticati di forare il top su cui va inserito il piano cottura, lo sportello della lavastoviglie è graffiato e il tiretto nel pensile accanto alla cappa è inutile dato che lo spessore della cappa mi impedisce di prendere quanto il tiretto contenga (non mi ci passano le mani e io le ho pure piccole). ahimé ho pagato e questo mi costringerà, lo so, a lunghe telefonate quotidiane per ottenere solo un briciolo di attenzione. Io posso aspettare il 15 giorni che mi hanno detto di dover aspettare, per lo sportello della lavastoviglie e posso anche mandar giù il fatto che il disegnatore non abbia saputo dirmi che il tiretto sarebbe stato coperto dalla cappa, ma io, come posso stare per 15 giorni senza piano cottura. Oggi ho chiesto al centro assistenza se avessi potuto mandare a loro le ricevute del ristorante.
La verità è che sono davvero infastidita dall'assenza di serietà e di professionalità di tutti gli attori della vicenda: di chi produce i mobili e si dimentica di forare il piano cottura; di chi disegna e non sa che cosa sta disegnado; di chi vende e non tutela il cliente (ma non dovrebbe essere un loro interesse?); di chi organizza le consegne e ti manda in 3 giorni diversi montatori, idrulici ed elettricisti (e sono 3 giorni di permesso sul lavoro).. Non so bene come fare per far valere i miei diritti, sono giovane ed è la prima volta che mi capita una situazione così. Così ho deciso che chiamerò e scriverò tutti i giorni il numero verde, sperando che, se non altro per noia, qualcosa si muova. E poi organizzerò la gita al punto vendita, dato che ho letto con piacere la testimonianza di un cliente che è riuscito ad avere quello che alla fine gli spettava di diritto, dato che lo aveva acquistato.
Che altro fare?
Simona

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa' di chi è italiarredo?
E' un'azienda nata per riciclare i soldi della mafia o un'accozzaglia di incompetenti?

Anonimo ha detto...

MA CHI SONO QUI DUE SFIGATI CHE SI VEDONO NEL MANIFESTO DI ITALIA ARREDO E HANNO ARREDATO CASA IN QUEL MOBILIFICIO DI MERDA?QUELLO NON E'UN MANIFESTO,QUELLA E'PURA FANTASCIENZA,PERCHE' IO ANCORA UN CLIENTE FELICE DI QUESTO MOBIIFICIO NON L HO ANCORA VISTO,E MI SA CHE NON LO VEDRO'MAI!!!!MI UNISCO A TUTTI I SUOI CLIENTI.QUELLI CHE DIRIGONO ITALIA ARREDO SONO SOLO DEI RICCONI PIU IGNORANTI DEI CAPRONI,NON SANNO COM E'FATTO UN POSACENERE,FIGURIAMOCI SE CONOSCONO I MOBILI!IO HO ORDINATO UN DIVANO,NON MI RICORDO QUANDO,SO SOLO CHE ANCORA NON MI E'ARRIVATO,PRIMA,QUANDO AVEVO ORDINATO IL DIVANO NON AVEVO FIGLI,DEVE ANCORA ARRIVARMI E IO NEL FRATTEMPO SONO DIVENTATO NONNO!!!!!NON COMPRATE DA ITALIA ARREDO SE VOLETE SALVA LA VITA!!!!!!!!PREZZI DI MERDA,MOBILI DI MERDA,CONVENIENZA DI MERDA!

Anonimo ha detto...

In data 3/5/08 ordino una camera da letto all'Italiarredo di Beinasco; non mi interessa la camera da letto da 10 mila euro (si vede lontano un miglio che non sono mobili di "classe") piuttosto la pronta consegna. Naturalmente, e guarda a caso, proprio quella da me scelta non è disponibile prima di un mese. Questa mi viene consegnata il 4/6/08 ma solo in parte: mancano i comodini ed il como'. La rete a doghe è rotta, i montatori (due rumeni) tentano di tutto per far stare la doga nella sua sede, l'armadio ha le tre ante ammaccate (e qui per coprire le scheggiature usano un pennarello indelebile nero!!!!) e montato alla carlona. Chiedo che si portino indietro tutto ma loro mi dicono che è arrivata una nave (!!!) dall'estero col carico (allora controllo le scatole e la scritta è chiara "Made in China") e tra i vari pezzi sulla nave ci sono i miei mobili mancanti, un letto e le ante dell'armadio (che fortuna, eh!). "Dato che domani veniamo a portarle il resto le cambiamo le parti rotte". Invece, i pezzi mancanti arrivano dopo 1 settimana ma li controllo prima del montaggio e quindi rispedisco al mittente, questa volta senza pagare. Inizia il calvario.... telefonate su telefonate al num 0766/377601, bugie su bugie da parte loro, continui viaggi da Torino (dove abito) a Beinasco da parte mia; chiediamo di parlare con un responsabile e si presenta quello che la volta prima era un venditore e che, evidentemente, è stato promosso nel giro di una settimana! Dopo lamentele pesanti, bivacchi nei weekend presso il punto vendita, telefonate, minacce, una lettera di messa in mora, arriva tutto ma ....sorpresa! Le ante sono di nuovo scheggiate. Me ne accorgo al mio ritorno dal lavoro perchè non potevo piu' richiedere giorni di permesso per loro e c'era mio padre che non ha visto lo sbrego. Altre telefonate, altre arrabbiature.... Le nuove ante dovevano arrivarmi a settembre invece sono ancora qui in trepida attesa. 3 settimane fa ho di nuovo telefonato e chi mi ha risposto mi ha chiaramente detto che del mio ordine se n'erano candidamente dimenticati. Tempo due settimane e avrei avuto le porte nuove.... Invece niente. Sono stremata e arrabbiata perchè, tra l'altro, i montatori mi hanno rovinato il parquet appena lucidato, durante il montaggio. Bene, mi preparo psicologicamente: mi sto accingendo a telefonare all'Italiarredo per l'ennesima volta, per avere quello che mi spetta di diritto, tenendo conto che i miei soldi loro li hanno presi tutti e io non lascio correre. Fatemi gli auguri!!!!

Anonimo ha detto...

hanno fissato per la quarta volta la consegna speriamo che vada a buon fine.
le precedenti le hanno disdette poche ore prima della consegna con spreco di giornate di ferie da parte mia.ho chiesto di essere ricontattato dal direttore del punto vendita, ma non si e' degnato di farlo, per ora preferisco non andare di persona...

Anonimo ha detto...

eeeeeeeeeeee... la prossima volta spendete 2 lire di piu invece di voler fare i furboni e pagare un mobile 4 soldi... se costa poco un motivo cè.. non ci avevate mai pensato?? sveglia!!

Anonimo ha detto...

ho comprato il 24 .11.08 un divano da italiarredo (io ci avevo lavorato due ann ifa e conosco i fornitori e le varie magagne che già scrivevate) mi sono rivota ad una veditrice che mi aveva SPERGIURATO che per i primi di gennaio.. (quindi consegna entro i 30 40 gg come dicono loro!!!) sarebbe arrivato.
IL 15 GENN. NON RICEVENDO NEMMENO UNA TELEFONATA mi reco al punto vendita di VIMERCATE dove un rgazzett odi 18 anni (che venditore potrà mai essee???????????)chama mezzo mondo (tra cui il nome del fornitore dei divani lielho dovuto fornire io stessa -.-) e mi viene dettoCHE I LFORNITORE ASPETTAVA I RIEMPIRE I LCAMION PER PARTIRE E PORTARMI LE COSE.. SIAM OA POSTO PENSO.. CHE VORRA MAI DIRE QUESTA COSA'? ALLROA SE NESSUN OCOMPRA IL MIO DIVANO MI ARRIVA NEL 2010????????????)
CMQ CHIAMO I NU MVERDE CHE POI TI RIMANDA AD UN NMEROFISSO 0396904610 dove rispondono ragazze che l'educazione non sanno dove sia!!
e che cq mi dicono che manca la stofaf per i lmi odivano.
dico che il diano non lo voglio assolutamente piu e che se lo possano tenere e questa mi riattacca richiamo e prendno il num e naturlmente nessuno richiama.. NO COMMENT
ANDATEVENE DA ITALIRREDO O LA FENICE MOBILI acquistata da chissàchi...

Anonimo ha detto...

Siamo nel 2010 e non è cambiato nulla: fanno schifooooooooooooo!

Anonimo ha detto...

la mia esperienza è da giudicare una vergogna con sta gente però alla fine di tutto ho arredato casa e ho guadagnato con sti signori adesso mi ritrovo con 2 tavoli in piu due armadi da camera in piu quattro sedie in piu e qlkosa come 1200€ ke non ho pagato e ke mi hanno restituito come buono acquisto e con quei soldi mi sono allargato la cucina con altri mobili mi sn comprato materassi e quantaltro ho potuto il tutto alla grande incompetenza di questa gente incapace di poter svolgere il propio lavoro.cercate cmq altri fornitori piu capaci ho visto donne a san donato piangere xkè erano mesi ke nn arrivavano i mobili se qualkuno di questi signori ha guadagnato dei soldi gli auguro di spenderseli in medicine buona giornata a tutti