29 dicembre 2007

I pacchi non arrivano: dichiarazioni FALSE del corriere sull'assenza del destinatario

Gentili Servizi Clienti di SDA e Poste Italiane

Sono un cliente di Poste Italiane a cui oggi 24/12, secondo quanto segnalato dal servizio "dove quando" sul sito poste.it, doveva essere recapitato un pacco per me molto importante, con codice AA123456789US e in alternativa italiano AA123456789IT.

Sono appositamente rimasto a casa tutto il giorno attendendo l'arrivo del corriere, cosa che mai è avvenuta.

Alle ore 19:10, sempre sul sito poste.it e sul servizio di tracciatura dei pacchi, è apparsa la dicitura "DESTINATARIO NON DISPONIBILE (FERIE)".

Peccato, perchè in realtà nessun corriere è passato a tentare il recapito presso il mio domicilio durante la giornata (certamente non alle ore 2:03 come segnalato dal tracking del pacco sul sito delle poste americane USPS) e, anche se non mi avesse trovato (cosa difficile dal momento che ero in casa) era attivo il servizio di portineria che, guarda caso, è autorizzato a ritirare la corrispondenza. Non mi è stato lasciato neanche alcun tagliando segnalante l'avvenuto passaggio e la mancata consegna (come avrebbe fatto al lasciarlo chi non è passato?).

Abito a Milano in zona Navigli, e la filiale SDA a cui era stata affidata la consegna dei beni che attendo da tempo è quella di Milano 3 (Buccinasco). Qualche persona che li lavora ha, appare evidente, deciso che fosse troppo faticoso svolgere i compiti per cui è stipendiata, compilando il modulo con una falsa dichiarazione.

Oggi non ero assente per ferie, non ho mai lasciato la mia abitazione, anche se l'avessi lasciata c'era presente un custode.

Negli ultimi 2 mesi ho avuto un pacco perso e, guarda caso, era uno non tracciabile. Ho poi merce in attesa al CMP di Roserio che non so se e quando mi verrà consegnata. In passato pacchi abbandonati nell'androne di casa e altre simili trovate geniali per cui potete certamente verificare i reclami inutilmente sporti. Certo, perchè il reclamo lo deve sporgere il mittente, è sempre questa la giustificazione addotta... E ora questa ultima beffa che, per un servizio che è stato profumatamente pagato, meriterebbe la denuncia.

E' certo che nelle mie attività di commercio elettronico cercherò d'ora in poi di non avvalermi di metodi di spedizione che coinvolgano Poste Italiane o SDA ogni qualcolta sia possibile, data la evidente mancanza di professionalità e di onesta di una parte degli addetti. Farò anche di tutto per disincentivare chi conosco dal farlo, sperando che almeno loro si possano salvare da questo universo di disservizi.

Questa mia insoddisfazione non toglie che il mio pacco, la cui spedizione è stata profumatamente pagata dal mittente negli Stati Uniti, DEVE essere recapitato così come devono arrivare le altre spedizioni che attendo. Non importa che il fattorino di turno non ne abbia voglia, poichè è vostro compito vigilare sulla qualità del servizio e la correttezza dei vostri operatori.

Vi informo pertanto che, qualora dovessero ripetersi finte mancate consegne o altri simili problemi, provvederò a presentare esposto alla magistratura per distrazione di corrispondenza, con beneplacito di spese e danni.

Distinti Saluti,

Stefano C. Bedini

9 commenti:

Anonimo ha detto...

La situazione e' scandalosa.
Ho spedito un pacco dall' Australia il mese di novembre con tanto di tracking e assicuarata e mi e' stato rispedito indietro per una presunta mancata ricezione della merce da parte del destinatario, che mi ha assicurato di essere stato a casa durante l' intero periodo natalizio e di non avere mai ricevuto alcun avviso.
Ora mi vedo costretto a rispedire il pacco in Italia un' altra volta: che vergogna!!!!
Poste Italiane e Spa: una vera indecenza

Paul

Anonimo ha detto...

Ciao... è successa la stessa cosa anche a me.. sul sito delle poste mi dice che il destinatario non è disponibile (ferie) quando è tutto il giorno che aspetta in casa!!!! Ora mi domando ma cosa vengono pagate a fare delle persone che non compiono il loro dovere?? Iosono maestra d'asilo nido.. cosa succederebbe se un giorno non avessi voglia di lavorare e lasciassi i bambini in balia di se stessi? e se lo facesse un medico? Bisogna che qualcuno prenda dei provvedimenti al più presto!!! Jessica

Anonimo ha detto...

Ho avuto parecchie esperenzedel genere, l'ultimo proprio oggi. Merce garantita per ieri ...adesso mi hanno "garantito" oggi entro le 16. Bisogna farci qualcosa. Ci vuole un mecanismo per richiedere un rimborso!

Anonimo ha detto...

Anche qua la situazione non è migliore.
Io sono spesso a casa, ma mi ritrovo sempre gli avvisi dell'SDA appicicati al citofono, non si scomodano nemmeno a suonare!
Oggi stranamente il corriere ha suonato, ma se n'è subito pentito infatti non voleva nemmeno darmi il tempo di cambiarmi per scendere giù a ritirare il pacco. E non solo è stato sgorbutico e maleducato, ma ha anche minacciato di non suonare più la prossima volta e di lasciare direttamente l'avviso! E sì, per una volta che suona ma guarda tu cosa gli deve capitare!!!
E pensare che Bartolini se non mi trova in casa alla prima visita, mi telefona per chiedermi quando mi può trovare! D'ora in poi sarò io a rifiutare le spedizioni che affidano all'SDA, non saranno più loro a rifiutare me...
Daniela

Anonimo ha detto...

Ciao, anch'io mi trovo in questo momento nelle stesse condizioni. è pazzesco: il pacco, partito da milano il 27 novembre, il 28 era nelle mani della filiale di Cuneo, più precisamente Trinità. dal 28 ad oggi, 5 dicembre, il pacco risulta tutti i giorni in consegna, ma non arriva mai! abito a 30 km da Trinità!!!! a quest'ora se fossi andato a prendermelo a piedi sarei già a casa! ho avuto 4 volte a che fare con sda: una volta sola è andato tutto bene, un'altra volta ho dovuto cambiare indirizzo perchè dicevano di non trovarmi e così l'ho fatto recapitare nel centro città a un indirizzo che proprio non puoi non vedere a degli amici, un'altra volta ho preso e sono andato a prendermelo io perchè non venivano e ora siamo in queste condizioni: tutti i giorni a casa ad aspettare, 4 o 5 telefonate al giorno al loro call center che mi promette invii tassativi e cose simili senza però che ci siano autentici sviluppi. Li ho fatti addirittura sollecitare dal mittente, un importante sito che vende libri, film ecc. e nemmeno loro per il momento sono riusciti ad ottenere qualcosa.
Per principio, ma anche perchè davvero non posso, non vado a prenderlo, (anche se oggi mi hanno proposto di fare così dal call center!). Per cosa li pago a fare se no???
qualcuno ha un consiglio da darmi?

Gianluca

Anonimo ha detto...

Scandalosa anche GLS service. Attendo un pacco da venerdì. Nel tracking risultano due tentativi di consegna andati a vuoto per destinatario assente. Peccato che io ero presente in entrambi i casi. Guarda caso non è stato lasciato nessun avviso, chissà perchè. Notevole anche il menefreghismo degli operatori telefonici. Adesso per colpa della loro negligenza devo andare a ritirare io il pacco.
Complimenti per il servizio

andrea sfiligoi ha detto...

Io compro molto via Internet e ho sempre il problema che non mi consegnano i pacchi, facendo a scaricabarile tra SDA e portalettere. Sempre me li devo andare a prendere perdendo una mattinata di lavoro.

ho appena litigato col postino con un dialogo che avrei dovuto registrare.. degno di un film di alberto sordi...

il figlio di buona donna passa in motorino e neanche prova a chiamarmi (sono nascosto dietro la porta, so a che ora passa) e lascia l'avviso nella buca delle lettere. Lo inseguo a piedi e alla buca delle lettere successiva riesco a placcarlo. Mi lamento del fatto che non mi consegnano i pacchi e me li devo andare a ritirare sempre io.

"non ti puoi lamentare perché un po' di pacchi te li ho consegnati eh, non dire che non te li porto mai!"
Come se io dicessi "ogni tanto lo metto il francobollo"

"se vivevi a via turati (zona centrale della mia città) eri avvantaggiato perché inizio il giro lì"

"magari in futuro cercherò di avere un occhio di riguardo per te"

"la colpa non è mia, ho il portapacchi piccolo e ci dovrei anche mettere dentro il casco del motorino che se me lo perdo devo pagare 150 euro di tasca mia alle poste! Allora per venirvi incontro lo porto fuori così consegno più posta"
Oddio, meriterebbe un encomio!

Sto pensando di prensentarmi con la guardia di finanza, servirebbe a qualcosa? O solo a perdere una mattinata di lavoro?

Ho già protestato al direttore dell'uffficio postale, che si è rivelato un ragazzino che non ha il potere di licenziare i suoi dipendenti, quindi solo una figura fantoccio direi...

Sono veramente deluso da questo paese di m... Altro che Brunetta ci vorrebbe con queste esimie teste di c...
Andrea

Anonimo ha detto...

Sta accadendo anche a me ..... sono nel bel pieno della disavventura di un PaccoCelere1 Plus.
Sono disperata e delusa dei servizi di Poste Italiane e Sda.
Ho spedito da Taranto per Milano un PaccoCelere1 Plus lunedi 12/10/2009 (mi avevano garantito la consegna entro le ore 24 del giorno successivo) ad oggi 20/10/2009 il pacco ancora deve essere consegnato, e sono passati la bellezza di 8 giorni.
Sono sballottata da un Call Center ad un altro, da quello di Sda che mi dice che per i pacchi spediti con Poste Italiane bisogna telefonare al 803160.
Ho fatto:
innumerevoli chiamate al Call Center,
2 reclami alle Poste,
1 fax alla Sda di Milano 5 ove specifico che l'indirizzo è esatto, che il pacco può essere consegnato in portineria e comunico il mio recapito telefonico e finalmente il giorno dopo e precisamente il 16/10/2009 mi chiamano per dirmi che il pacco sarebbe stato consegnato il giorno dopo, sabato. Ma il giorno dopo sul "DoveQuando" risulta "Sabato In chiusura"
una e.mail alla sede di Roma per lamentare i disservizi della filiale di Milano 5, e dalla quale mi rispondono "Ci dispiace ma questo indirizzo serve solo per i clienti Sda per le spedizioni tramite Poste Italiane deve rivolgersi a loro".
Sul tracking dal 13/10/2009 ad oggi ci sono almeno 20 righe ove risulta "In consegna" "contattare Call Center", "indirizzo errato" (ma l'indirizzo è corretto e l'ho consìfermato con la e-mail e con il reclamo alle Poste) "In consegna", "Sabato in chiusura" "Fermo deposito", "In consegna" ad oggi il pacco ancora deve essere consegnato.
Ma almeno avessero, 1 sola volta, lasciato un avviso per dimostrare che sono passati. Nulla.
Cos'altro devo fare? A chi altro devo rivolgermi? O devo solo pregare e sperare che prima o poi si decidano a consegnarlo?

Anonimo ha detto...

Anche a me è successa la stessa identica cosa con SDA: sto appositamente a casa, il pacco risulta " in consegna " e poi compare la magica scritta " destinatario non disponibile" , quando sono stata tutto il tempo in casa ad aspettare che il citofono suonasse. Niente bigliettino ovviamente, perchè il corriere in realtà non è passato. Devi chiamare mille numeri di mille centralini e forse alla fine te lo spediscono... un pacco che risultava in consegna dal primo giorno ci ha messo quasi una settimana ad arrivarmi, e dopo numerosi reclami. Con quello che costa lo trovo indecente e trovo che la dichiarazione " la merce arriva in 24 ore " sia una pubblicità ingannevole, visto che tutto è lasciato nelle mani del singolo corriere, che può benissimo decidere di consegnartelo dopo una settimana e fare false dichiarazioni. Io consumatore che pago pretendo di avere il pacco nei tempi dichiarati. Se il corriere fa false dichiarazioni non è un problema mio, ma della ditta, quindi non devo essere io a pregare tutti i santi per ricevere il pacco! La ditta dovrebbe attivarsi visto che, ripeto, il servizio viene profumatamente pagato da noi consumatori.
SDA mi ha delusa profondamente e ritengo che la qualità del servizio sia infima.