11 dicembre 2007

Euroclub: approccio al cliente distorsivo delle reali condizioni del contratto

COMUNICAZIONE DI RECESSO DA EUROCLUB

Vi invio copia della raccomandata ar inviata in data odierna a
Mondolibri S.p.A.
Via Lampedusa, 13
20141 Milano
a titolo di recessione di contratto

OGGETTO: COMUNICAZIONE DI RECESSO DA EUROCLUB DI CUI CEDOLA DI ADESIONE
N. 0180263063

Con la presente, io sottoscritto Luca Granelli, residente in via xxxxxxxxx x, a Milano, numero socio euroclub 0180263063, comunico la mia volontà di recedere dal contratto con voi sottoscritto in data 11/07/2007 e chiedo la cancellazione dei miei dati personali dai vostri archivi secondo la legge sulla privacy 675/96.
Ogni pacco da voi inviatomi verrà rispedito al mittente.

Colgo l'occasione per portare alla Vostra attenzione, ad ogni eventuale effetto di legge, i seguenti fatti.
In data 11 luglio 2007 sono stato avvicinato da un ragazzo in corso Buenos Aires a Milano, che mi ha chiesto se poteva farmi alcune domande a titolo di indagine di mercato.
Alla fine dell'intervista mi ha detto: "bravo, hai risposto bene! Hai vinto una cosa, seguimi in negozio".
Una volto arrivati in un negozio in via Pergolesi, mi ha detto che il "premio" era una *tessera gratuita* che mi dava la possibilità di acquistare qualsiasi tipo di libro, anche testi universitari, con un ampio sconto sul prezzo di copertina.
Il ragazzo mi ha detto che la tessera mi dava diritto ad acquistare qualsiasi titolo, anche testi universitari, richiedendoli direttamente in negozio.
Il ragazzo non mi ha in alcun modo informato che ero obbligato ad acquistare un libro ogni trimestre.

Oggi, con rammarico e delusione ho constatato che la mi adesione, al contrario, prevede:

- l'acquisto obbligatorio di almeno 10 articoli prima di poter disdire l'adesione a euroclub
- l'invio automatico del LIBRO DEL MESE salvo mia necessaria comunicazione contraria

Con tutta evidenza i contenuti del contratto sono difformi da quelli verbalmente prospettatimi, in maniera poco "trasparente" e ingannevole dal Vostro agente.

Come ultimo dato vi informo che sono un ragazzo di 20 anni, studente universitario, non ho alcun tipo di occupazione e non percepisco alcuno stipendio.

Luca Granelli

4 commenti:

Anonimo ha detto...

So che si tratta di un azienda corretta che ha oltre 1.500.000 iscritti ed è presente sul mercato da oltre 30 anni fa parte del gruppo mondadori.
é chiaro che un agente possa fare il furbo come in ogni posto di lavoro ma ciò non da il diritto di giudicare così male un colosso aziendale che serve in modo egregio una vasta gamma di clienti assai contenti a cui non è stata puntata nessuna pistola alla testa per aderire.

Anonimo ha detto...

Torino,
con mia moglie, straniera, è capitata la stessa cosa:
l'hanno fermata per strada e offerto l'adesione al club A TITOLO GRATUITO SENZA INFORMARE SUGLI OBBLIGHI DI ACQUISTO.
Tralascio volutamente l'idea che l'agente senza scrupoli abbia aprofittato della scarsa conoscenza della nostra lingua da parte di mia moglie, poichè dai pareri e testimonianze raccolte in giro in questo tempo ho notato che si tratta piuttosto di una pratica comune degli agenti di Euroclub.
Ovvio il mio parere non ha carattere statistico e non pretende di essere rappresentativo di una realtà di mercato naionale, però offre una foto di una porzione quale la piccola rete di conoscenze informali che una qualsiasi persona possa avere.
Ebbene i pareri da me raccolti sul la modalità di iscrizione al Club possedevano in comune tutti la assenza di informazione sugli obblighi contrattuali.

E' facile e intelligente riversare la colpa di attegiamenti scorretti a individui singoli, quando poi la ditta ne ricava un vantaggio anch'essa.
La domanda da porsi è: perchè si è scelta una politica commerciale "per strada"? Come vengono retribuiti questi agenti? Quale potrebbe essere allora la motivazione sottostante la loro "furbizia"? Che conseguenze hanno queste per la ditta?
In termini di mercato non credo proprio che un'azienda con 1500000 iscritti sia così ingenua da perseverare in una linea non proficua quindi.......

Euroclub rovina vite ha detto...

Io entrerei in libreria mondolibri con un lanciafiamme..ve lo giuro, poi sembra che sia la società più rispettabile del mondo ma in realtà sono dei truffatori ancora più bravi dei veri truffatori, è gente senza scrupoli gente che rovina la vita alla gente che già ne ha di problemi. MONDOLIBRI e EUROCLUB sarebbero da cancellare dalla terra, peccato che siano troppo potenti e si sa che in italia la merda viene sotterrata. sono queste persone che fanno capire in che mondo di m. viviamo. Complimenti.
La cosa più brutta e davvero ridicola e triste è che sul loro sito c'è in bella mostra il codice etico...provate a leggerlo..ma vergogna!!!!almeno il codice etico ve lo potreste risparmiare..maledetti infami!

Anonimo ha detto...

anche a me è successa la stessa cosa, non mi hanno chiarito minimamente l'oggetto del contratto, ma hanno detto che si trattava di "buoni sconto", "nuova libreria" etc... per il primo che ha scritto un commento...: cosa sei un "venditore" di euroclub? VERGOGNA!