19 gennaio 2010

Trenitalia: odissea di una famiglia in viaggio da Rossano (CS) a Novara.

All'ennesimo utente che si è rivolto a noi, per i gravi disservizi di Trenitalia nella gestione del trasporto ferroviario durante il periodo natalizio, abbiamo consigliamo di fare un reclamo scritto all'azienda, producendo eventualmente un certificato medico sullo stato di salute delle bambine, non escludendo l'ipotesi di rivolgersi al Giudice di Pace una volta ottenuta  la risposta di Trenitalia.

La Redazione ACU

 

Buon Anno.
Avrei bisogno di porre un quesito ed eventualmente agire di conseguenza.
Premetto che il giorno 04.12.2009 mi sono recato presso l'agenzia SMET di Rossano Scalo ( CS ) ed ho prenotato un viaggio (due adulti e due bambini) in treno da Rossano a Novara.
Giorno 22 Dicembre alle ore 19,00 circa è programmata la partenza, arrivato in stazione aspetto il treno che non arriva.
Dopo circa un ora, un signore che si trova anch'egli in stazione riesce a contattare le ferrovie e arriva la prima sorpresa, il treno è stato soppresso fino a Taranto e fra poco arriva un servizio sostitutivo in pullman.
Allora ci siamo recati all'esterno della stazione ed abbiamo aspettato il pullman che ci ha portato fino alla stazione di Taranto.
Arrivati a Taranto finalmente siamo riusciti a salire sul treno per Milano con un ritardo di ore 2,30.
Sul treno abbiamo viaggiato tutta la notte fino al mattino senza luce, senza acqua e senza riscaldamento ed in condizioni igienico sanitarie pietose.
Arrivati intorno alle ore 7,00 a Rimini ci hanno lasciato per altre 2,30 ore in stazione.
Posso capire che a Milano c'era ghiaccio ma non riesco a capire se si può viaggiare in quelle condizioni.
Morale della favola siamo arrivati a Milano intorno alle ore 13,30 e l'arrivo era previsto per le ore 8,20.
Non solo non ho potuto utilizzare il treno successivo per Novara per non aspettare ulteriormente in stazione e quindi mi sono fatto venire a prendere in stazione a Milano.
Guarda caso una delle bambine che avevo con me era febbricitante.
Scusate per il disturbo aspetto un vostro consiglio. Grazie.

Technorati Tag:

1 commento:

nicola ha detto...

Caro amico, ciascuno di noi italiano è una isola, su lamenta con giusta ragione e poi non FA PIU' NIENTE. Svegliasmoci una buona volta, uniamoci, associamoci in grande numero e scagliamoci contro le pseudo aziende recandoci insieme o tramite delegato a DENUNCIALE le malerfatte una per una: telefonie, ferrovie ecc...Cosa stiamo aspettando?
All'estero i servizi ed il rispetto per il cittadino sono impeccabili, perchè in Italia NO?
Ciao, a tutti noi isole.
Nicola